Presentazione libro ?Un Paese a 5 Stelle?

“Un Paese a 5 Stelle”, l’ultimo lavoro editoriale del nostro socio Mimmo Del Giudice, è stato presentato mercoledì scorso, 25 ottobre, nella “sala Nilde Iotti” di Palazzo Theodoli, appendice di Montecitorio. 
Numerosi i presenti che si sono dovuti accontentare di ascoltare solo 2 dei 6 relatori previsti, il sen. Luis Alberto Orellana, uno dei primi parlamentari espulsi dal “non partito” di Grillo per insubordinazione, e l’on. Pino Pisicchio, presidente del gruppo misto alla Camera. Assenti giustificati il vice Presidente del Senato Roberto Calderoli (Lega Nord), bloccato a Palazzo Madama dai voti di fiducia sulla legge elettorale, e il presidente della Commissione di Vigilanza Rai, Roberto Fico (M5S), non a Roma per motivi familiari. Assenti relativamente giustificati il sen. Nicola Morra e l’on. Vincenzo Caso, entrambi M5S, impossibilitati a raggiungere Palazzo Theodoli perché impegnati a manifestare bendati in Piazza del Pantheon contro la legge elettorale che il Senato stava approvando. 
Orellana ha definito una “pantomima” la democrazia del MoVimento 5 Stelle e si è soffermato sulle gravi intimidazioni subite dopo la cacciata, tra le quali una busta con 2 proiettili dentro e danni alla sua auto mentre era nel garage dell’abitazione.
Pisicchio, nel cui gruppo parlamentare ci sono diversi ex grillini, si è detto convinto dell’incapacità dei “cittadini” 5 Stelle di diventare efficienti legislatori e ha inquadrato Beppe Grillo nel gruppo genovese degli aderenti al movimento politico-artistico situazionista. 
E’ infine toccato a Mimmo Del Giudice parlare del suo libro e quindi del “fenomeno” M5S. Ha definito i parlamentari di questa nuova formazione “dilettanti” ma “non allo sbaraglio”. I quali se studiano e portano avanti iniziative per risolvere in maniera positiva i problemi del Paese avranno davanti a loro un’autostrada. Se, invece, procedono sulla scia del fondatore del movimento, Beppe Grillo, recitando sceneggiate e comportandosi come se fossero in osterie di quart’ordine, non andranno da nessuna parte.
Condividi

Lascia un commento