La tragedia di Cisterna di Latina

LA TRAGEDIA DI CISTERNA DI LATINA

UNA FAMIGLIA CHE LA MANO DEL PADRE HA UCCISO : senso del possesso assoluto, mancata accettazione della separazione scaturita dalla violenza in famiglia . Cosa fare come prevenire come difendersi ? Impossibile temo
E difficile commentare ed analizzare casi del genere, le domande sono tante a partire dalla prima: come mai quell’uomo era ancora nell’arma dei carabinieri ? la seconda è ancor più ” pesante” : possibile che nessuno in famiglia abbia capito la disperazione, la non accettazione della separazione, il rischio di gesti inconsulti ? possibile che quella donna sia stata lasciata sola soprattutto nel corso del matrimonio ?
Ed ancora qualora siano state fatte le dovute segnalazioni, denunce, esposti , è rimasto tutto inascoltato? Certo la follia non è prevedibile , scoppia all’improvviso, è difficile difendersi, non ci saranno mai risposte consone, l’unica verità è quella della tragedia e del senso di impotenza che ci assale.
Astrattamente si dice che la società in cui viviamo è incapace di amare, è vero viviamo un momento storico privo di ogni valore, privo di quel normale senso del dovere che dovremmo avere tutti prima ancora di pensare al nostro diritto; oggi la violenza la respiri !
C’è purtroppo una sola certezza : ci sono due angeli in cielo che, non credo, volessero stare già lì !
R.B.

Condividi

Lascia un commento