25 APRILE 2020…. 25 APRILE 1944: l’Italia rinacque Uniti RINASCEREMO ANCHE ADESSO

NON C’E’ MOLTA DIFFERENZA TRA IERI (25 APRILE 1944) ED OGGI 25 APRILE 2020, PURTROPPO!
Roma, Città Aperta, ha fatto la storia del cinema italiano, l’intera Nazione era stata bombardata, deportazioni, morti tanti ma …. oggi di più, per colpa di un nemico infido, invisibile, micidiale! Ieri i nostri nonni ( eroi di ieri e di oggi ricordiamocelo sempre! ) o combattevano o si proteggevano nei rifugi per proteggersi dai bombardamenti di tutti, dalle forze alleate a quelle nemiche… Andavano a cercare il cibo per i figli al mercato nero ed avevano la tessera del pane… Oggi siamo stati a casa, le nostre case più o meno confortevoli ma sempre delle case, con un tetto sopra la testa ( per chi ha un tetto ovviamente… ) ed abbiamo fatto la fila ( non tutti… ) ai supermercati con la tessera punti… abbiamo giocato su internet, abbiamo ascoltato della musica e non il suono delle sirene che avvertivano di correre dentro il rifugio, abbiamo visto la televisione, ascoltato la radio che non ha trasmesso in codice …. l’inizio dello sbarco…. Gli eroi di ieri, i tanti soldati morti in battaglia e durante lo sbarco, sono oggi i nostri medici, gli infermieri che ieri come allora, hanno lottato senza approvvigionamenti, lasciati soli senza mascherine, senza tute, senza ossigeno… Ieri come oggi, in fondo un significato ci sarà, e per me è solo uno: EGOISMO E… IMPREPARAZIONE mista alla CORRUZIONE!
I cittadini non ci pensano molto a come lo STATO si comporta in tempo di pace, perché quando stai bene non pensi al male che potrebbe arrivare all’improvviso, sei impreparato; ma uno STATO degno di tal nome, ed un popolo DEGNO DEL SUO STATO, NON DOVREBBE MANDARE I SUOI FIGLI A COMBATTERE QUALSIASI GUERRA SENZA I MEZZI NECESSARI…
Orbene, dobbiamo ora ripartire, ricchi di queste esperienze, ricordando quelle di ieri e facendo tesoro di quelle di oggi, la STORIA insegna ma occorre leggerla e comprenderla…
ORA DOBBIAMO ESSERE UNITI PIÙ’ CHE MAI e ricostruire uno STATO SOCIALE degno di tal nome! NON CONSENTIRE PIÙ’ TAGLI ALLA SANITÀ’, la salute è il bene primario, NON CONSENTIRE PIÙ l’assenza di lavoro, il lavoro è un diritto Costituzionalmente garantito, NON CONSENTIRE PIÙ che gli esseri umani non abbiano una casa seppur piccola tutti devono averla e se non hanno il denaro lo STATO deve intervenire, NON CONSENTIRE PIÙ lo sfruttamento, la speculazione, l’accaparramento della ricchezza nelle tasche di pochi a danno dei tanti….
NON DOBBIAMO ESSERE PIÙ’ EGOISTI, DISUNITI, EVASORI, COLLUSI, CORROTTI… UTOPIA? Si, forse si, anzi sicuramente si, per il semplice motivo che l’umanità è composta dal bene e dal male MA dobbiamo provarci affinché ci sia MENO CATTIVERIA, MENO MALE, MENO EVASIONE, MENO CORRUZIONE! È OBBLIGATORIO PROVARCI, E’ OBBLIGATORIO… RICOMINCIARE, RICOSTRUIRE UNO STATO ED AMARLO!
BUON 25 APRILE 2020 A TUTTI VOI!

W L’ITALIA!

Condividi

Lascia un commento